Le “Camille”

Ricetta per fare in casa circa 12 di quelle famose merendine di quel famoso mulino….
 
 

230 g di mandorle
230 g di carote a pezzi
230 g di zucchero
3 uova
60 g di farina
½ bustina di lievito
1 pizzico di sale
La scorza grattugiata di un’arancia non trattata (o qualche goccia di essenza d’arancia)
 
Tritate finemente le mandorle e le carote.
Montate insieme uova e zucchero e quando l’impasto sarà chiaro e spumoso aggiungete il trito di mandorle e carote, poi la farina con lievito e sale, amalgamate il tutto e completate l’opera con la scorza dell’arancia grattugiata piuttosto fine, badando di non intaccare la parte bianca che renderebbe amara la preparazione. In alternativa potete aggiungere poche gocce di essenza d’arancia.
Se non avete in casa né l’arancia né l’essenza non rinunciate all’idea, le Camille riescono comunque, quest’ultimo ingrediente non è indispensabile ma darà al dolce un profumo delizioso e costituirà l’ingrediente segreto da non rivelare alle amiche che vi chiederanno di passar loro la ricetta.

 
Con questo impasto riempite poi degli stampini col fondo bombato (dopo averli unti se non sono quelli al silicone) ed infornate a 160°C  per circa 40 minuti. 
Sformatele quando saranno completamente fredde e presentatele per un gustoso spuntino, ognuna in un pirottino di carta.
Le merendine si conservano per diversi giorni chiuse in una scatola o in buste trasparenti.
 

You might also like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.