Tortelli d’erbette

Per ottenere circa 6 porzioni
Per il ripieno: 350 g di ricotta vaccina fresca
160 g di Parmigiano
50 g di spinaci lessati e strizzati
Sale, noce moscata
Per la pasta: 400 g di farina
4 uova
Per condire: 80 g di burro
Parmigiano e salvia
 

Fate la pasta secondo le indicazioni dell’impasto base
Tritate gli spinaci o le coste grossolanamente, l’ideale è usare la mezzaluna o un coltello a lama larga (non frullate perché è un macello). 
Lavorate la ricotta con una forchetta per ammorbidirla, aggiungete il parmigiano, sale e noce moscata. Amalgamate bene il tutto, assaggiate ed eventualmente regolate di sale o formaggio. Aggiungete gli spinaci o le coste solo alla fine, perché non dovremo avere un impasto uniformemente verde ma bianco con macchie verdi. 
Se la ricotta fosse molto bagnata, andrà fatta scolare qualche ora in frigo, in uno scolapasta appoggiato su una ciotola. Pesate la ricotta scolata, appena prima di usarla.
 
Come per le tagliatelle, fate delle strisce, a mano o a macchina, secondo convenienza.
Calcolate di avere una sfoglia larga almeno 10/12 cm, no limits per la lunghezza (se non la lunghezza del tagliere), leggermente infarinata sotto. 
Con un cucchiaio prendete il ripieno e appoggiate sulla pasta dei mucchietti, aiutandovi con un coltello stondato, grandi all’ incirca come una noce, distanziati circa un paio di centimetri tra loro.  Ripiegate la sfoglia in due per coprirli e comprimete bene con le dita tra un mucchietto e l’altro per far uscire l’aria poi chiudete bene, sempre premendo con le dita, sulla parte superiore.
Con una rotella dentellata eliminate l’eccesso di pasta ai lati e nella parte superiore e separate i tortelli, eventualmente togliendo la pasta che ci fosse in eccesso tra l’uno e l’altro.
Trasferite i tortelli su un vassoio infarinato. Appallottolate subito la pasta inutilizzata (per non farla seccare), aggiungete una parte di pasta fresca e lavorate una
nuova striscia da riempire, come prima e così via. In questo modo non vi resteranno ritagli di pasta secca.
tortelli d'erbette fatti in casa
 
tortelli d'erbetta fatti in casa
Cuocete i tortelli in acqua bollente salata, cui avrete aggiunto un filo d’olio per evitare che i tortelli si attacchino. Il tempo di cottura dipende dallo spessore della pasta, mediamente una decina di minuti. 
A me piace la pasta piuttosto consistente, è una componente fondamentale del piatto e non solo un contenitore per il ripieno quindi deve essere buona e si deve sentire.
Scolate poi i tortelli con una schiumarola, adagiateli in uno scolapasta per scolarli bene, trasferiteli in una teglia riscaldata e, fatto uno strato, cospargete di burro
fuso (+ salvia) e parmigiano, proseguite a strati fino ad esaurimento dei tortelli. 
Portate in tavola, sarà una festa!
 
 
Come fare in casa i tortelli di ricotta e spinaci al parmigiano
 
 
Potete congelare i tortelli stesi su un vassoio e chiuderli poi in un sacchetto una volta gelati, buttandoli in acqua bollente direttamente dal freezer.
 
Se vi avanza della pasta potrete fare dei maltagliati, se vi avanza del ripieno potrete usarlo per riempire delle zucchine da passare in forno o aggiungerlo alle uova
sbattute e farci una bella (e buonissima) frittata.

You might also like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.