Pan Carré Casalingo

Mi ci sono voluti diversi tentativi, un fallimento totale e un paio non proprio soddisfacenti, ma no ho desistito e alla fine eccola, la ricetta per me perfetta per avere un pan carré coi fiocchi. Chiuso in una busta in frigo si conserva per diversi giorni, altrimenti lo affettate e congelate le fette per averle pronte ad ogni occasione. 
Non comprerete mai più il pan carré industriale, garantito!
  
350 g di farina 0 
70 g. di acqua tiepida
15 g di lievito di birra fresco 
10 g di sale
20 g di zucchero
140 g di latte tiepido
40 g di burro
30 g di olio extra-vergine
 

Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente, ambiente estivo direi. Magari aiutatevi con qualche istante nel microonde, il burro deve essere molto morbido
ma non sciolto. Lavoratelo energicamente, meglio sbattendolo con una frusta elettrica  a media velocità, per un minuto. Fate intiepidire il latte (dovrà essere intorno ai 40°C, andrà bene se toccandolo con un dito lo sentirete piacevolmente caldo ma non deve scottare) e aggiungetelo al burro nell’impastatrice, col lievito e 20 g di zucchero. Sbattete ancora a media velocità per un altro minuto. 
Aggiungete farina, sale, olio e acqua tiepida a filo mentre impasterete col gancio. Otterrete un impasto che ricorda quello della pizza, solo un po’ più umido. Lasciate lievitare per circa un paio d’ore (o fino al raddoppio del volume)ad una temperatura intorno ai 28°C: accendete un po’ il forno poi spegnetelo e sistemate la ciotola con l’impasto, coperta da un canovaccio o da pellicola. 
Trascorso questo tempo rompete la lievitazione lavorando leggermente l’impasto sulla spianatoia (proprio solo un paio di giri) e  disponetelo nell’apposito stampo o, come ho fatto io, in uno stampo da plum cake.  Lasciate lievitare l’impasto al tiepido finchè raggiunge o supera appena il bordo lo stampo (ci vorranno altre due ore circa). 
 
 
A questo punto infornate a 180°C per 40 minuti circa. Sfornate e fate raffreddare. Sarà ottimo per tartine, toast e tutte le preparazioni in cui usiamo solitamente le fette di pan carrè industriali.
 
Il risultato sarà migliore se farete attenzione ad alcuni punti critici:
La temperatura del burro che dovrà essere morbido ma non sciolto
La temperatura del latte e dell’acqua (tiepidi)
Ricordatevi di aggiungere lo zucchero insieme al lievito
Usate lievito fresco, sempre tenuto in frigo, oppure quello secco in bustina (4 g)
Fate lievitare lontano da fonti dirette di calore o da spifferi d’aria, dentro il forno è l’ambiente protetto ideale
Cercate di non far prendere colpi allo stampo che sta lievitando perché  le botte interrompono la lievitazione e dovrete poi prolungare i tempi
Detto ciò, tutto filerà liscio come l’olio 
 

You might also like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.