Torta farcita al Cioccolato e Cocco

Ultima torta super-ricca delle feste, da domani solo frutta (a meno che non ci sia qualche compleanno)
  
 
Per il Pan di Spagna al cacao: 6 uova

180 g di zucchero
80 g di farina 00
80 g di fecola di patate (o maizena)
30 g di cacao amaro in polvere
1 bustina di lievito vanigliato
 
Per la bagna: usate ciò che volete, alcolico o succo di frutta, io ho fatto:
2 cucchiai di panna liquida
2 cucchiai di alchermes
2 cucchiai di vino bianco dolce
 
Per fa farcitura: 300 g di nutella
300g di marmellata di cocco
 
Per la copertura ho fatto la ganache con: 200 g di panna da montare
240 g di cioccolato fondente
 
Per decorare: ½ scatola di wafer al cacao
 
Fate la torta (anche il giorno prima): separate tuorli e albumi, mettete gli albumi in frigo nella ciotola in cui li monterete e intanto montate i tuorli con lo zucchero.
Dovranno essere belli spumosi, chiari e gonfi. Montate gli albumi a neve e uniteli delicatamente al composto di tuorli.
Mescolate le farine, il cacao e il lievito e setacciateli sopra al composto di cui sopra, amalgamando delicatamente. Ungete una teglia coi bordi alti, riempitela con
l’impasto e infornate in forno caldo a 180°C per circa 40 minuti.
Più la teglia è alta più il Pan di Spagna ha spazio per “arrampicarsi” e quindi risulterà più alto.
Se usate una teglia coi bordi bassi la torta si gonfierà al centro facendo una specie di cupola e sarà più difficile da farcire (e meno bella)
 
Per fa farcia sarà sufficiente mescolare nutella e marmellata di cocco, eventualmente aggiungendo un cucchiaio di panna liquida se le due preparazioni non risultassero abbastanza morbide. Io avevo sia la nutella che la marmellata fatte in casa da me, ma vanno bene anche acquistati. Potete sostituire il cocco con 200 g di
mascarpone, ma sarà una crema un po’ più pesantina e dovrete cambiare nome alla torta!
 
Tagliate il Pan di Spagna trasversalmente per ottenere due dischi alti uguali e bagnate con la bagna (ma va?!). Io ho usato la panna liquida per recuperare i 50 g che mi restavano dalla preparazione della ganache (dato che la conf. era da 250 g)  ma potete anche usare latte o solo liquore. Se ci sono bambini scaldate il liquore per qualche minuto, sul fuoco o nel microonde, per far evaporare l’alcool, avrete il profumo senza le controindicazioni. Coprite il disco inferiore con la crema e coprite con l’altro disco.
 
Fate la ganache portando a bollore la panna liquida in un pentolino. Appena bolle spegnete il fuoco e unite il cioccolato spezzettato, mescolando con una frusta per
scioglierlo bene. Quando è bello sciolto avrete una crema molto liscia che farete raffreddare fino a quando sarà spalmabile.
Versatela sulla torta e, aiutandovi con una spatola, fatela scendere delicatamente lungo i bordi, livellando per spalmarla bene dappertutto. Se non ci arriva versatene altra, sempre al centro della torta, per controllare meglio la colatura. Se si fosse raffreddata troppo andrà fatta scaldare ancora un po’.
 

Decorate come più vi piace. Ho fatto questa torta ieri, domenica alle 13 e ho usato ciò che avevo a disposizione, cioè dei wafer che ho spezzettato e sparpagliato lungo i bordi per coprire le colature della ganache e un po’ in giro. L’ideale sarebbe qualche ciuffo di panna montata che, oltre a decorare, serve a stemperare il sapore intenso del cioccolato.

 

You might also like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.