Cotton Soft Japanese Cheesecake

Dopo la Chiffon ci voleva anche la Cotton! Letteralmente significa Torta al formaggio giapponese soffice come il cotone. É davvero un dolce molto delicato, a cominciare dalla lavorazione, che deve essere gentile, alla cottura lenta e dolce a bagnomaria e al riposo prolungato di cui ha bisogno. Niente frustate energiche, niente colpi decisi, niente sbalzi di temperatura, niente shock di alcun tipo. Tutta questa dolcezza la ritroviamo poi nel risultato finale: un dolce morbido e delicato nel gusto, leggero come un colore pastello, un velo di cipria, un vago fruscio nell’erba, quasi da gustare in silenzio. La bellezza della fetta che ha una tenuta perfetta ma che sorprendentemente si scioglie soavemente in bocca.

Quando si dice la globalizzazione: parliamo di una ricetta giapponese, molto diffusa negli Stati Uniti, che ho trovato in un sito Sudamericano e che è stata molto apprezzata anche a casa mia.
Ne ho fatte due versioni. La prima ricetta (che ho trovato qui prevedeva la cottura in uno stampo da bundt, che non ho, allora ho usato uno stampo da budino, troppo piccolo, che mi ha costretta a riempire un’altra teglietta. La seconda volta ho variato la ricetta mischiandone un altro paio trovate in giro, usando una teglia normale da torta. Le istruzioni date dicevano di foderare le pareti con una fascia di carta forno che fosse più alta delle pareti stesse dello stampo, per aiutare il dolce a crescere. Questo spiega le piegoline che si vedono intorno al mio dolce. Io credo di aver usato uno stampo già sufficientemente alto perché la torta non si è arrampicata oltre, quindi la prossima volta proverò a non metterla.

cheesecake giapponese

Per uno stampo da 22 cm., alto 8 cm.
250 g di formaggio fresco cremoso
6 uova (tuorli e albumi separati)
100 ml di latte fresco
50 g di burro
60 g di farina
20 g di amido di mais
140 g di zucchero
1 pz. di sale
½ bustina di cremortartaro
Il succo di mezzo limone
Scaldate l’acqua in una pentola per il bagnomaria e, quando è calda, inserite un pentolino più piccolo nel quale scioglierete il formaggio col burro e il latte. Amalgamate fino ad ottenere una crema liscia. Trasferite la crema in una ciotola abbastanza grande e fate raffreddare (per lo meno intiepidire).
Versate l’acqua calda del bagnomaria in una teglia abbastanza grande da poter contenere lo stampo nel quale cuocerete il dolce e mettetela in forno. Fate la prova e, se necessario, aggiungete altra acqua (dovrà raggiungere i 2/3 dello stampo). Accendete il forno e portate a 160°C.
Riprendete la ciotola con la crema di formaggio e unite farina e amido di mais, setacciati, un pizzico di sale, i tuorli e il succo di limone. Amalgamate.
Montate a neve gli albumi col cremortartaro, quando sono gonfi e spumosi aggiungete lo zucchero e fate una meringa bella soda.
Aggiungete al composto base un terzo della meringa e unitela con una spatola, lavorando delicatamente, senza fretta, dal basso verso l’alto, senza mescolare, senza gesti rapidi. Aggiungete un altro terzo della meringa e procedete come prima. A questo punto fate il contrario, ovvero versate il composto sull’ultimo terzo di meringa e unite i due composti con gli stessi movimenti dolci e delicati dal basso all’alto.
Versate il tutto in uno stampo da 22 cm. coi bordi alti, appoggiatelo nell’altro stampo che aspetta in forno col bagnomaria e fate cuocere per circa 70 minuti a 160°C.
Fate sempre la prova stecchino, solo se uscirà asciutto spegnete il forno, altrimenti proseguite la cottura per altri 5 o 10 minuti, sempre alla stessa temperatura.
Quando il dolce è cotto dovrà rimanere nel forno fino a completo raffreddamento. Aprite leggermente lo sportello e scordatevi della torta, almeno per qualche ora (scordatevi anche di fare la pizza o altre preparazioni che prevedano l’uso del forno!).
Quando si sarà completamente raffreddata, mettete la torta a riposo in frigorifero per altre 4 ore (circa, anche tutta la notte) non importa se con o senza stampo.
Passato questo tempo potrete finalmente gustare questa delizia. Ce n’è voluto, lo so, però ne vale la pena, basta solo organizzarsi per tempo.
In seguito, sempre se ne resta, non è necessario conservarla in frigo ed ancora buonissima anche dopo diversi giorni.

japanese cotton cheesecake

You might also like

Comments (14)

  • Sabrina Rabbia 4 anni ago Reply

    che idea sensazionale, ti e' venuta divinamente, soffice e alta e cremosa, come dico io morbidosa!!!!Baci Sabry

    ideeinpasta 4 anni ago Reply

    Grazie Sabry, davvero morbidosa, come dici tu. morbida e cremosa, brava! ciao

  • simona gentile 4 anni ago Reply

    che bella e buona!!!deve essere davvero speciale…grazie per la ricetta!
    buona serata simona:)

    ideeinpasta 4 anni ago Reply

    Grazie a te Simona, ciao a presto!!

  • Ale 4 anni ago Reply

    ma è bellissima e sicuramente buonissima!

    ideeinpasta 4 anni ago Reply

    Grazie Ale, bella … così così, ma buona..mmmolto
    bacioni!!

  • Latte & Menta 4 anni ago Reply

    Che bella!!! Sembra proprio invitanti !

    ideeinpasta 4 anni ago Reply

    Grazie davvero, temevo di non essere riuscita a rendere l'idea…
    baci, ciao!

  • Morena 4 anni ago Reply

    Questa torta è nella mia lista delle cose da fare! Rimando sempre perchè ho paura di non essere abbastanza "delicata" nell'eseguirla! Si perchè è vero, ci vuole delicatezza x renderla così soffice ed invitante! La consistenza è strepitosa! Che brava gallinella!!!

    ideeinpasta 4 anni ago Reply

    Ciao Morena, grazie. Guarda che io non sono famosa per la delicatezza e mi è venuta subito bene la prima volta, quindi buttati senza timore, magari quando sei in casa da sola, così non ti disturba nessuno!!
    ciao, baci!!

  • Ma che meraviglia è mai questa! Non ne avevo mai sentito parlare, salvo ricetta e provo! Deve essere una favola, bravissima Cecilia, un abbraccio!

    ideeinpasta 4 anni ago Reply

    Forse "favola" è proprio la definizione giusta, brava! Ci vuole un po' per raccontarla ma poi te la faresti ripetere mille volte…. Grazie Virginia, buona serata, ciao!

    RispondiElimina

  • Rist.Omar 4 anni ago Reply

    Di ottima qualità questa torta, complimenti.

    ideeinpasta 4 anni ago Reply

    Che piacere, grazie!!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.