Polpettine di melanzane al sugo di pomodoro

Polpettine di melanzane al sugo di pomodoro

IMG_8828c

Quanti modi conosciamo di fare le polpette? Ognuno di noi ha almeno 10 varianti fra i cavalli di battaglia o fra le preparazioni preferite. Mi viene in mente Forrest Gump, quando il suo amico Bubba faceva l’elenco, interminabile, dei modi di cucinare i gamberi. Potremmo anche noi snocciolare una serie infinita di ricette di polpette, con infiniti ingredienti base, varianti e personalizzazioni, in infinite salse e con infiniti accompagnamenti. Anche se il più comune è sicuramente un bel sughetto di pomodoro.
Le troviamo in tutto il mondo, con carne, pesce, verdura, per non parlare della possibilità che ci danno le patate in questo campo. Piacciono a tutti, soprattutto ai bambini, sono divertenti, morbide, un boccone e via! Si prestano alla tavola semplice quotidiana ma fanno la loro bella figura anche vestite a festa. Pratiche da preparare, anche in anticipo, possiamo cuocerle al forno, in padella, friggerle, sbollentarle, passarle al sugo… ecco, sto iniziando a fare come Bubba…

IMG_8832b

Provo allora a presentarvi le mie polpette preferite, col mio sugo preferito in una veste un po’ diversa. Lo stimolo a rendere più invitanti e graziose nell’aspetto le nostre palline di melanzana mi è venuto dal contest di Enrica/Chiarapassion che chiede ai partecipanti di rendere il pomodoro in scatola protagonista di un piatto “fashion di gusto”. Io ci provo, forse non sarà fashion ma sicuramente è di gusto, e parecchio!!

IMG_8827b  

 

Polpette melanz Collage1

Polpettine di melanzane al sugo di pomodoro
 
Ingredienti per circa 8 persone
Per le polpette
  • 1 melanzana piccola (circa 200 g pulita)
  • 130 g di pangrattato
  • 1 uovo
  • 140 g di Parmigiano Reggiano
  • Sale, pepe, noce moscata
  • Qualche cucchiaio di farina
  • Olio per friggere
Per il sugo
  • 800 g di polpa di pomodoro
  • 4 filetti di acciuga sott’olio
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 scalogni
  • Qualche cucchiaio di olio e.v.o.
  • Foglie di basilico
  • Sale e pepe
Procedimento
  1. Pulite la melanzana, tagliatela a cubetti e sbollentatela in acqua salata per 10 minuti circa. Scolate i cubetti di melanzana e frullateli appena sono tiepidi. Aggiungete il pangrattato in modo che assorba l’umidità della melanzana, poi l’uovo e il parmigiano. Regolate di sale, pepe e noce moscata se vi piace, mettete in frigo a rassodare, in modo che sia più facile formare le polpette.
  2. Appena l’impasto non si appiccica più alle mani formate delle polpettine grandi al massimo come una noce, belle tonde.
  3. Scaldate l’olio, infarinate leggermente le polpettine e friggetele per 5 o 6 minuti, rigirandole in modo che dorino uniformemente.
  4. Scolatele con una schiumarola e appoggiatele su carta per fritti per eliminare l’olio in eccesso.
  5. Per il sugo (che potrete anche preparare in anticipo) tritate gli scalogni e fateli appassire nell’olio con l’aglio e i filetti di acciuga. Quando lo scalogno sarà trasparente e le acciughe sciolte aggiungete la polpa di pomodoro. Regolate la fiamma in modo che il sugo sobbolla soltanto e proseguite la cottura per circa 40/50 minuti. Il sugo dovrà essere denso ma coi pezzi di polpa ancora visibili, assaggiate e salate e pepate a vostro gusto. Eliminate l’aglio. Tritate qualche fogliolina di basilico, usando un coltello, e aggiungetela appena prima di spegnere il fuoco.
  6. Distribuite il sugo caldo in cocottine o coppette individuali, infilzate tre polpette su ogni spiedino da finger food e servite due spiedini per ogni cocotte di sugo.
È importante
  1. che il sugo sia caldo mentre le polpette sono gradevoli anche tiepide. Potrete comunque passarle in forno qualche istante prima di servirle se le preferite belle calde.
  2. Tenete a portata di mano una bella micca di pane perché la scarpetta sarà obbligatoria!

 

Polpette melanz Collage2

 

13 thoughts on “Polpettine di melanzane al sugo di pomodoro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.