Treccia Brioche farcita

brioche farcita

Quest’anno ho deciso che non sarà la Colomba il dolce sulla tavola di Pasqua ma la Treccia Brioche che ho visto, in forma di corona, sul blog di Francesca Maccaroni Reflex. L’ho già provata e regge perfettamente il confronto col dolce pasquale più famoso, anzi, è più facile da fare, non la devo capovolgere (e non so mai dove con tutto quello che c’è in giro in cucina) e la posso personalizzare in mille modi. E poi, se volete proprio che ve la dica tutta, mio marito ha detto che questo è il dolce più buono che io abbia mai fatto. Ora, qualcuno potrebbe pensare che il mio livello in fatto di pasticceria sia bassino, e ci sta, che mio marito abbia la memoria corta, e ci sta pure quello, ma un po’ di vero c’è, davvero un dolce squisito. Potete fare un impasto nudo e crudo come ha fatto Francesca oppure arricchirlo come ho fatto io, con una crema di cioccolato e marmellata di arance, o come meglio credete. Per la superficie ho fatto solo un po’ di glassa con zucchero a velo e acqua, con codette colorate che la rendono primaverile ma potete cambiare tono al dolce in mille modi: scaglie di frutta secca, gocce di cioccolato, granella di zucchero, meringhette, smarties…

Con la dose originale che ho provato la prima volta (500 g di farina) mi è venuta una treccia molto grande per quelle che sono le nostre esigenze, calcolando che un dolce lievitato con lievito di birra non dura più di due giorni quindi no, non ho dimezzato, ho moltiplicato per 1 e 1/2 e ho fatto due trecce. Una l’ho infornata e una l’ho congelata cruda. Quando poi vorrò la scongelerò in frigo la sera prima e la infornerò al mattino. 

brioche farcita cioccolato e arancia

Treccia Brioche farcita

Ingredienti per due trecce:

  • 750 g di farina 0
  • 300 ml di latte
  • 180 g di zucchero semolato
  • 3 uova
  • 120 g di burro morbido
  • scorza grattugiata di un limone bio
  • 1 bustina di vanillina
  • 5 g di lievito di birra disidratato
  • Un pizzico di sale
  • 1 uovo per spennellare

Per farcire e decorare:

  • 300 g di marmellata di arance
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 50 g di panna fresca
  • 120 g zucchero a velo
  • codette di zucchero colorate
 Procedimento:
  1. Mettete la farina con il lievito, lo zucchero e la vanillina nella ciotola della planetaria, o dell’impastatrice e mescolate.
  2. Amalgamate il latte e le uova a temperatura ambiente e aggiungete la scorza del limone. Versate i liquidi sulle polveri con la macchina in movimento.
  3. Quando l’impasto è incordato cioè omogeneo e liscio e inizia a staccarsi dalle pareti, aggiungete il burro a cubetti, poco alla volta e il sale.
  4. Trasferite l’impasto sulla spianatoia e lavoratelo leggermente a mano, formate una palla e mettetela a riposare in una ciotola, coperta con pellicola fino al raddoppio del volume. (a me piace usare poco lievito e allungare i tempi, con questa proporzione ci vorranno almeno 4/5 ore, se avete fretta raddoppiate il lievito e dimezzate i tempi)
  5. Mentre la pasta riposa preparate la crema. Portate a bollore la panna in un tegamino, spegnete il fuoco e amalgamate il cioccolato a pezzetti, con una frusta per ottenere una crema liscia. Quando è tiepida unite la marmellata di arance e tenete da parte
  6. Riprendete l’impasto lievitato e rovesciatelo sul piano di lavoro leggermente infarinato e dividetelo in due. Per ognuna delle due porzioni ricavate tre parti uguali e stendetele in  rettangoli possibilmente della stessa dimensione.
  7. Farcite ogni rettangolo con qualche cucchiaiata di crema arancia/cioccolato e arrotolatelo dalla parte più larga per formare un filone lungo e stretto.
  8. Prendete i tre filoni di brioche e formate una treccia. Fate la stessa cosa con l’altra metà dell’impasto e formate la seconda treccia.
  9. Sistemate le trecce su un vassoio, coprite con un canovaccio e fate lievitare ancora per almeno un’ora o due. 
  10. A questo punto ho messo in freezer una delle due trecce e ho preparato l’altra per la cottura
  11. Sbattete l’uovo con una forchetta e spennellate la superficie, infornate in forno statico a 180° per circa 35 minuti.
  12. In una ciotolina sciogliete lo zucchero a velo con pochissima acqua, un cucchiaio o due e formate una cremina lucida e fluida
  13. Quando avrete sfornato la treccia fatela appena intiepidire e versate la glassa di zucchero un po’ a zig-zag sulla superficie, cospargete di codette colorate e via.

Brioche pasquale a treccia

Comments

  1. Leave a Reply

    Simo
    22 marzo 2018

    ….ha tutta l’aria di essere la fine del mondo!
    Da provare assolutamente 😉

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>