Cipolline borettane in agrodolce

Cipolline borretane all'aceto balsamico

La fine dell’estate è la stagione in cui si preparano più conserve, il periodo natalizio è quello in cui poi se ne gustano in maggiore quantità. Le marmellate e la frutta nei dolci, giardiniere, salse e condimenti vari a base di verdura per antipasti o per accompagnare le pietanze. Durante le feste, quando le attività in cucina sono già frenetiche, poter disporre di vasetti già bell’e pronti è un grande sollievo. Per non parlare poi di quanto siano graditi come pensierino natalizio questi vasetti pieni di gusto, genuinità e passione.

Classico dei classici, le cipolline! Conoscete sicuramente le cipolline Borettane, quelle piccole e un po’ schiacciate, dolci e saporite. Sono ideali per essere conservate intere e si prestano a mille usi in cucina, facendo sempre un gran figurone. A me piace farle in agrodolce aggiungendo aceto balsamico, sono facili da preparare, cuociono in fretta e arricchiranno i vostri piatti di salume o carne, le insalate e i panini più sfiziosi.

conserva di cipolline in agrodolce

Cipolline borettane in agrodolce

Ingredienti:

• 800 g di cipolline Borettane pelate
• 130 g di zucchero
• 600 ml di acqua
• 200 ml di aceto di mele (o aceto di vino bianco)
• 4 cucchiai di aceto balsamico di Modena
• Sale q.b.

Procedimento:

  1. Pelate le cipolline poi pesatele. Per agevolare questa che è la parte più noiosa, vi consiglio di lasciarle in ammollo in acqua fredda per un’ora almeno, meglio se due, la pelle si toglierà più facilmente.
  2. Mettete i vasi e i coperchi ben puliti a sterilizzare in forno a 100°C per 20 minuti.
  3. Sbollentate le cipolline in acqua, aceto di mele e sale, 5 minuti da quando l’acqua bolle, scolatele e tenetele da parte.
  4. Aggiungete lo zucchero all’acqua acidulata e fatelo sciogliere, poi aggiungete l’aceto balsamico e rituffate le cipolline quando il liquido riprende il bollore, abbassate la fiamma e fate cuocere per altri 10 minuti a fuoco dolce.
  5. Togliete i vasi dal forno, facendo attenzione a non scottarvi, scolate le cipolline e trasferitele nei vasi. Distribuite il liquido di cottura sulle cipolline, ancora bollente, controllate che non ci siano bolle d’aria altrimenti rabboccate altro liquido poi tappate i vasi.
  6. Capovolgete i vasetti per creare il sottovuoto. Dopo qualche minuto raddrizzateli, molto probabilmente non tutti avranno il coperchio debitamente abbassato quindi rimettete sottosopra i vasi col coperchio che fa ancora “clic” ed aspettate ancora alcuni minuti. Rigirate i vasetti e aspettate che siano freddi prima di riporli.
  7. Aspettate una settimana prima di consumare le cipolline.


cipolline borretane in agrodolce al balsamico

You might also like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.