Fluffosa al Moscato con mandarini sciroppati

white wine chiffon cake

Sono partita con l‘idea di fare una Fluffosa al Moscato perché mio marito ha aperto una bottiglia di questo dolcissimo vino bianco piemontese per accompagnare il nostro dessert domenicale però l’ha bevuto solo lui e solo un bicchiere. Preferisce vini più secchi e io ne assaggio soltanto per bagnarmi il becco. Ho pensato quindi di usarlo in una torta come la Fluffosa che ha bisogno di un liquido leggero, inoltre il Moscato la rende particolarmente profumata. Poi l’idea di abbinare dei mandarini sciroppati mi è venuta alla fine, quando ormai avevamo affettato la torta, altrimenti avrei potuto distribuirli sulla superficie per decorarla e renderla più elegante. Potete usare questa soluzione per abbellire questa Chiffon Cake per le feste. Siccome è un dolce delizioso per ogni momento andrà bene anche a colazione, potrete conservare in frigo i mandarini sciroppati e gustarveli insieme ad una fetta di Fluffosa con una buna tazza di tè, davvero è una torta che si adatta alle occasioni più disparate.

fluffosa al moscato d'Asti

Fluffosa al Moscato con mandarini sciroppati

Ingredienti per uno stampo da chiffon cake diam. 18 cm.

  • 200 g di farina 00
  • 170 g di zucchero
  • 4 uova
  • 80 g di olio di semi
  • 140 g di Moscato d’Asti
  • 1 bustina di cremor tartaro
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 mandarini senza semi
  • 50 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 3 cucchiai di acqua

Procedimento:

  1. In una ciotola miscelate la farina con lo zucchero, il lievito e il pizzico di sale.
  2. Fate un piccolo incavo al centro a versate l’olio di semi, i tuorli e il vino bianco, in quest’ordine. Con una frusta a mano amalgamate gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio e spumoso.
  3. A parte montate gli albumi con il cremor tartaro usando le fruste elettriche.
  4. Incorporate la neve all’impasto precedente, delicatamente, con una spatola dal basso verso l’alto.
  5. Trasferite nell’apposito stampo senza imburrare e infornate in forno caldo a 160°c per 50 minuti. Fate la prova stecchino (ci vorrà uno spiedino) e se non uscisse completamente asciutto prolungate la cottura di altri 10 minuti.
  6. Una volta cotta, togliete la torta dal forno e capovolgetela facendola appoggiare sugli appositi piedini dello stampo.
  7. Una volta fredda girate lo stampo e, aiutandovi con un coltello a lama sottile, staccate la torta dai bordi ed estraetela dallo stampo.
    Sempre aiutandovi con una lama, staccate anche il fondo dello stampo.
  8. Sistemate la torta su un piatto e cospargetela di zucchero a velo.
  9. Per sciroppare i mandarini, sbucciateli togliendo anche i filamenti bianchi e sistemate gli spicchi in un padellino, coprite con lo zucchero, aggiungete l’acqua e il goccio di limone e fate andare su fuoco moderato per una quindicina di minuti
  10. Togliete gli spicchi prima che si squaglino e se lo sciroppo fosse ancora troppo liquido lasciatelo addensare sul fuoco per qualche minuto.
  11. Tagliate la torta e servite i mandarini sciroppati a parte.


torta fluffosa al vino moscato

You might also like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.