Flatbread, pane piatto alla griglia

flatbread alla griglia o pane piatto alla piastra

Fare il pane in estate potrebbe sembrare una pazzia, chi è che ha voglia di accendere il forno per cotture lunghe? Se non fosse che questo non è un pane qualunque, questo è Flatbread, pane piatto alla griglia che si può cuocere sulla piastra, in padella o, come ho fatto io, sul testo romagnolo solitamente usato per la piadina. La cottura è breve, non si scalda l’ambiente e il risultato è sorprendente. Lo so che alla vista l’avete scambiato per petto di pollo ma non sapevo come farlo apparire per quello che è, fidatevi, è pane ed è una vera bontà. D’altronde le proposte di Re-cake sono sempre una garanzia, peccato non avere tempo di sperimentare tutte le ricette ma appena posso mi butto a capofitto e “gioco” con gli altri partecipanti.

L’unico inconveniente, perchè purtroppo un inconveniente c’è, è che non dura a lungo, va fatto e mangiato ma lo potete congelare, riscaldarlo appena e gustarlo come appena fatto. Noi eravamo in tre e non ne abbiamo avanzato, per dire quanto ne dovrete congelare… L’abbiamo mangiato con salumi misti e pomodorini confit, con la crema all’aglio proposta insieme alla ricetta del pane, cipolline in agrodolce e poi, a fine pasto anche con un grappolo d’uva.
Fatelo, poca spesa e tanta resa 😉

flatbread alla grglia, pane piatto

Flatbread, pane piatto alla griglia

Ingredienti per 8 pani:

  • 400 g Farina 00
  • 1 e 1/2 cucchiaino Sale
  • 4 g di lievito di birra secco
  • 1 cucchiaino di miele o zucchero
  • 290 ml di Acqua (io ne ho dovuta aggiungere un po’)
  • 40 ml di Olio Extravergine di Oliva

Per il burro all’aglio:

  • 50 g burro
  • 2 spicchi aglio (io ½ cucchiaino di aglio in polvere)
  • Prezzemolo e timo
  • Fior di sale

Procedimento:

  1. Unite farina e sale in una ciotola ampia, mescolate con un cucchiaio. Potete usare la planetaria o impastare a mano, come preferite.
  2. Fate la fontana al centro, unite il lievito, il miele o lo zucchero e l’olio e iniziate a mescolare incorporando l’acqua. Se lavorate a mano date prima una mescolata con un mestolo di legno e lavorate l’impasto su un piano leggermente infarinato, per una decina di minuti. Con la planetaria impastate col gancio per 5/7 minuti.
  3. Trasferite l’impasto in una ciotola leggermente unta, dovrà essere liscio ma sarà appiccicoso quindi ungetevi anche le mani per manovrarlo. Coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio, a me c’è voluto un paio d’ore.
  4. Preriscaldate una piastra (possibilmente in ghisa o la griglia del barbecue) e ungetela con poco olio. Io ho usato il testo romagnolo, una padella piatta e pesante su cui si cuociono le piadine e non ho avuto bisogno di ungerlo.
  5. Dividete l’impasto in 8 pezzi, con le mani unte perchè sarà appiccicoso ma non aggiungete farina. Allargate ogni porzione di impasto con la punta delle dita, appiattendolo abbastanza, e conferitegli una forma ovale (o come viene)
  6. Trasferite i pani su un foglio di carta forno unto con poco olio e allargateli ancora. La carta forno serve per trasportare i pani e rovesciarli sulla griglia/piastra quindi quando sarà abbastanza rovente, trasferitevi i pani un paio alla volta. Cuoceteli per 3-4 minuti per lato. Man mano che saranno cotti avvolgeteli con un canovaccio pulito.
  7. Preparate il burro all’aglio. Mettete il burro in una casseruola e unitevi gli spicchi di aglio tritati molto finemente (meglio se con uno spremiaglio) o l’aglio in polvere (che preferisco perché più facile da dosare). Quando il burro sarà spumeggiante e sentirete l’aroma di aglio, spegnete il fuoco.
  8. Quando tutti i pani saranno pronti spennellateli con il burro all’aglio e completate con un pizzico di fior di sale, prezzemolo e/o timo tritato.

flatbread, pane piatto alla griglia

 

Questa la locandina ufficiale di RE-CAKE

 

 

You might also like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.