La Mia Prima Casetta Di Pan Di Zenzero

Casetta di pan di zenzero

Più che una ricetta o una serie di istruzioni da seguire, questo vuole essere un vademecum per principianti, rivolto in primis a me stessa. Ho finalmente realizzato la mia Prima Casetta Di Pan Di Zenzero, seguendo scrupolosamente le istruzioni dei vari siti che ho consultato ma sono comunque incappata in errori. Mi sono trovata ad affrontare punti critici che, evidentemente, non erano capitati agli altri e che, col senno di poi, si possono facilmente risolvere o aggirare. Inoltre non tutti abbiamo le stesse capacità; ad esempio, chi ha la mano ferma e precisa può eseguire ghirigori con la glassa a mano libera, chi non se la sente può preparare un “pattern” da imprimere sulle pareti della casa prima di cuocerla, questo fornirà una traccia da seguire al momento della decorazione.

Anche usare i ritagli di impasto per eseguire alberelli, stelle, cuoricini o altri motivi può essere una semplice soluzione per avere motivi decorativi da applicare alle pareti.

Ma andiamo con ordine, prima di tutto occorre avere un progetto preciso e una buona ricetta per l’impasto.

PROGETTO:

Se siete alle prime armi vi consiglio di stare su dimensioni ridotte, sarà più semplice la parte della costruzione e dell’assemblaggio, ma non troppo piccole per non complicare la decorazione in un lavoro da certosini miniaturisti.

Realizzate un disegno: un rettangolo per formare i lati della casa, un rettangolo con un triangolo in cima per la facciata e il retro, un rettangolo per i due spioventi del tetto. Potete sbizzarrirvi col tipo di costruzione che preferite, ma se è la prima volta vi consiglio di iniziare con una costruzione che sia più bassa e larga che stretta e slanciata, e col tetto non troppo spiovente per facilitare la presa al momento del montaggio.

A titolo di esempio vi metto forme e misure del progetto che ho eseguito io, potete copiarle a grandezza naturale con matita e righello, ritagliare le forme e usarle come modello per ottenere le varie parti della casa.

Progetto casa pan di zenzero

Programmate anche il design della casa prima di andare in produzione: se e come volete mettere delle finestre, delle porte o dei rosoni. Potete decidere di realizzare delle aperture usando degli stampini o di disegnarle in seguito con la glassa o con delle applicazioni. Tenete conto che troppe aperture o aperture troppo grandi possono compromettere la stabilità della struttura.

 

RICETTA

Ingredienti per realizzare una casetta delle dimensioni come da schema qui in alto:

  • 1050 g di farina 00
  • 450 g di zucchero di canna
  • 450 g di burro
  • 360 g di miele millefiori o melassa o golden syrup o un mix
  • 3 uova
  • 6 cucchiaini di zenzero in polvere
  • 6 cucchiaini di cannella in polvere
  •  2 ½ cucchiaini di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di sale
  1. Realizzate l’impasto in due lotti, dividendo gli ingredienti a metà per volta, se non avete una planetaria o un robot abbastanza capiente
  2. In una casseruola fate sciogliere a fuoco basso il burro col miele o lo sciroppo e lasciate almeno intiepidire, meglio raffreddare.
  3. Con le fruste elettriche battete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un impasto piuttosto spumoso.
  4. Aggiungete la farina setacciata con le spezie, il sale e il bicarbonato. Impastate aggiungendo il composto di burro/miele lentamente.
  5. Non lavorate l’impasto più del necessario, dovrà somigliare ad una pasta frolla piuttosto morbida. Avvolgete i panetti in pellicola trasparente e fate riposare in frigo per almeno 6 ore, meglio se tutta la notte. Se poi non avete tempo di lavorare l’impasto potete tranquillamente lasciarlo riposare al fresco anche per due o tre giorni.
  6. Prendete un primo panetto e stendetelo sulla spianatoia tra due fogli di carta forno. Tirate una sfoglia larga e piuttosto spessa, appoggiate una delle forme del modello e ritagliate i contorni. Usate preferibilmente un coltello lungo, appoggiate tutta la lama lungo il lato del foglio e affondatela nell’impasto (trascinare la punta lungo il bordo potrebbe modificare la linea retta del lato).
    GINGERBREAD HOUSE STEP BY STEP
  7. Spostate il foglio di carta forno sulla placca in modo da non dover maneggiare la parete da cuocere e infornate in forno già caldo a 180°C per circa 15 minuti. Togliate dal forno e fate raffreddare prima di toccare il pezzo per non rischiare di romperlo. Se vi serve la placca per le cotture successive, spostate il pezzo prendendo due lati della carta forno e sollevatela.
  8. Procedete così fino ad esaurire tutti gli elementi: due facciate, due pareti laterali e due lati del tetto.
  9. Con gli avanzi di impasto potete realizzare degli alberelli da sistemare intorno alla casa, cuori o stelline per le decorazioni, omini che abiteranno la vostra casetta.
  10. Se volete applicare delle decorazioni dello stesso impasto (come le due stelle che ho messo io in facciata) fatele aderire leggermente alla parete prima di infornare e si attaccheranno in cottura. Altrimenti potrete attaccarle con la glassa in un secondo tempo.
  11. Se non siete decoratori esperti usate stampini a tema natalizio con cui incidere le pareti (senza arrivare in fondo) avrete poi una traccia da seguire ricoprendole con la glassa reale. Ho usato questo sistema per la stella sulla porta d’ingresso.
  12. FINESTRE. Se volete simulare delle vetrate praticate un foro con uno stampino (io ho fatto un rosone sul retro e due finestrelle davanti) spezzettate alcune caramelle dure e distribuitele nelle cavità. Le caramelle si scioglieranno e poi si induriranno rimanendo trasparenti.
  13. Una volta cotte tutte le componenti della casa, lasciatele raffreddare perfettamente poi chiudetele in fogli d’alluminio e fate assestare. Lasciatele lì abbandonate almeno un giorno, fino ad una settimana.

DECORAZIONE

Ghiaccia reale per decorare:

  • 30 g di albume pastorizzato
  • 140 g di zucchero a velo
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • Colorante alimentare

Ghiaccia reale per saldare:

  • 30 g di albume pastorizzato
  • 170 g di zucchero a velo
  • 1 cucchiaino di succo di limone

Poi, facoltativi:

  • Cioccolato bianco
  • Codette, gocce di cioccolato, smarties, stelline di zucchero, caramelline a vostra scelta

 

  1. Decorate le pareti prima di montare la casa, lavorare in orizzontale è mille volte meglio che in verticale.
  2. Prima di tutto livellate i lati delle pareti che cuocendo si saranno leggermente arrotondati o sformati. Semplicemente con un coltello a lama lunga rifinite i bordi in modo che coincidano per bene quando li andrete ad unire.
  3. Battete leggermente l’albume col succo di limone, aggiungete lo zucchero e montate. Dovrete avere una cremina liscia, più o meno fluida a seconda dell’utilizzo che ne farete. Coprite immediatamente con pellicola trasparente a contatto per non farla indurire prima del tempo.
  4. Dividete la glassa in contenitori diversi se volete colorarla di rosso o verde. Mescolate il colorante poco alla volta fino a raggiungere la tonalità desiderata. Se non trovate il colorante verde, miscelate blu e giallo. Coprite sempre con pellicola.
  5. Per decorare ho avuto necessità di fare dose doppia della glassa, dipenderà dal vostro progetto. Se ne avanzate la potete conservare in frigo, sempre coperta con la pellicola a contatto e aggiungerla eventualmente alla glassa che farete per montare la casa.
  6. Utilizzare albumi pastorizzati è consigliabile perché è una preparazione che “sta in giro” parecchi giorni. Li trovate in brik al supermercato, in confezioni anche superiori alle necessità di questa preparazione ma vale la pena comunque. Col resto ci potete sempre fare una frittata.
  7. Trasferite la vostra ghiaccia in un sac-à-poche con bocchetta liscia fine e sbizzarritevi coi decori. Aspettate che si siano induriti prima di toccarli o spostare la parete.
  8. Potete anche fondere il cioccolato bianco e usarlo sugli alberi o al posto della ghiaccia.

Decorating a gingerbread house

MONTAGGIO

  1. Una volta che le decorazioni sono stabili e le applicazioni solide (anche un giorno o due dopo) iniziano i lavori di edilizia.
  2. Procuratevi un supporto dalle dimensioni adeguate su cui poter fissare la casa. Preparate la ghiaccia e riempite un sac-à-poche. Munitevi già di strumenti per sostenere le pareti mentre la ghiaccia indurisce, tipo tazze, vasi, bicchieri.
  3. Iniziate con una parete e la facciata o il retro. Distribuite un filo di ghiaccia sulla base e fissatela al supporto, poi sul bordo laterale e fissate il bordo dell’altro pezzo che avete scelto. Aiutandovi con un paio di tazze tenete in piedi le due pareti in modo che i due lati combacino.
  4. Proseguite così con l’altra parete e l’altra facciata fino a che la ghiaccia sarà solida come calce.
  5. Quando le pareti saranno stabili togliete i supporti e montate il tetto. Prima uno spiovente poi l’altro, distribuendo la ghiaccia sul perimetro superiore delle quattro pareti. Sistemate dei supporti sotto il lato inferiore dello spiovente per sostenerlo mentre la ghiaccia si rapprende. Unite i due spioventi versando della ghiaccia sui due lati superiori che formano la punta del tetto.
  6. Se occorre aggiungete glassa tutt’intorno al tetto, colerà e farà un effetto nevicata. La decorazione che ho fatto io sul tetto sembrava più un effetto “slavina con detriti trascinati giù dalla montagna” ma questo è un aspetto che dovrò migliorare la prossima volta.

Come montare una casetta di pan di zenzero

Una volta terminata la costruzione allontanatevi e guardatela ammirati. Siati soddisfatti del vostro lavoro!!

gingerbread house details

 

gingerbread house rear

 

Il Pan di Zenzero, o pan di spezie, è una preparazione che resiste parecchi giorni al riparo dall’umidità e dall’aria. Conservarla a lungo di queste dimensioni diventa piuttosto complicato poichè andrebbe tenuta sotto una campana, una scatola  o avvolta in fogli di alluminio. A meno che non l’abbiate costruita al solo scopo decorativo per esposizione, allora potrà durare oltre un mese. Il mio consiglio è di mangiarla, da esporre potete farla di cartoncino, quindi fate delle foto, chiamate amici e parenti e una volta che gliel’avrete mostrata iniziate a “destrutturarla” e servitela al tè delle cinque o per colazione 😉

pan di zenzero destrutturato

You might also like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.