Ciambella al mascarpone e orzo

torta al mascarpone con caffè d'orzo

Buongiorno amici, ben trovati, com’è il tempo da voi? Vi siete lamentati anche voi fino a ieri perché faceva troppo caldo per ottobre e d’improvviso il cielo vi ha ascoltato e si è fatto grigio, umido e piovoso, vero? Qui è successo così e quindi arrivo con questa Ciambella al mascarpone e orzo, una ricettina giusta giusta per scaldare queste giornate autunnali.

Il clima si addice molto al mio umore in questo periodo e forse ci voleva proprio una brutta giornata per farmi decidere di rimettere mano al blog. Le giornate di sole, luminose e tiepide stridevano ancora troppo col peso che mi porto dentro da quando mia mamma si è irrimediabilmente aggravata e se ne è andata, consumata da un male odioso. Poco alla volta cerco di trovare un nuovo equilibrio e ci provo avvicinandomi alla mia passione. Questa ciambella l’avevo preparata e fotografata almeno un paio di mesi fa, poi tenuta in stand-by insieme ad altre che rimetterò in ordine, poco per volta.

Che dire di questo dolce? Ideale a colazione, quell’aroma di orzo la rende profumata per un inizio di giornata col piede giusto e con quella copertura golosa sarà anche un’ottima merenda o fine pasto. Il mascarpone aggiunge gusto e morbidezza e … beh, direi che non ho altro da aggiungere. Provatela, se vi piace quanto a me non smetterete più di farla.

ciambella mascarpone e orzo con copertura cioccolato

Ciambella al mascarpone e orzo

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 200 g di mascarpone
  • 60 ml di olio di semi
  • 150 g di zucchero
  • 250 g di farina 00
  • 100 ml di latte o acqua calda
  • 1 cucchiaio di orzo solubile
  • ½ bustina di lievito per dolci

Per la copertura:

  • 100 g di cioccolato fondente
  • 1 noce di burro
  • 1 tazzina di orzo (prelevata dalla quantità preparata per l’impasto)
  • Una manciata di praline al caramello (o altra decorazione a vostra scelta)

Procedimento:

  1. Montate con le fruste elettriche le uova con lo zucchero. Quando il composto sarà gonfio e chiaro aggiungete l’olio di semi.
  2. Lavorate il mascarpone con un cucchiaio per ammorbidirlo, sarà più facile incorporarlo, ed aggiungetelo al composto precedente.
  3. Scaldate il latte (o l’acqua) e scioglietevi un bel cucchiaio di orzo solubile, incorporatelo poi all’impasto della ciambella.
  4. Una volta ottenuto un composto liscio aggiungete anche la farina setacciata col lievito ed incorporate per bene.
  5. Versate il composto in uno stampo da ciambella imburrato e infarinato e fate cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 40/45 minuti (la prova stecchino vi dirà se il dolce è cotto).
  6. Per la copertura fate sciogliere il cioccolato a pezzetti, a bagnomaria o nel microonde, aggiungete il burro e mescolate per farlo sciogliere col calore del cioccolato. Aggiungete la tazzina di orzo e mescolate. Lasciate intiepidire per far rassodare leggermente la crema.
  7. Quando la ciambella si sarà raffreddata, toglietela dallo stampo e ricopritela con la crema, completate la decorazione con praline oppure amaretti sbriciolati, scaglie di cioccolato, nocciole spezzettate, secondo il vostro gusto.

ciambellone al mascarpone con orzo

You might also like

Comments (2)

  • marina 2 settimane ago Reply

    Quando prima mia madre e poi mio padre se ne sono andati scrivere sul blog mi ha aiutato. Non l’ho fatto subito certo, ma pian pianino mi ha dato il coraggio di tornare a fare quello che prima era normale e piacevole e che dopo mi sembrava inopportuno e superfluo. Poi però mi sono accorta che mi mancava e che avevo voglia di scrivere; e così ho ricominciato, anche se con la mente non più sgombra come al solito, e proprio il blog mi ha aiutato tanto. Spero sia così anche per te.
    Parliamo di questa ciambella? Bella, semplice e invitante, mi incuriosisce l’aroma di orzo nell’impasto, molto interessante. Un abbraccio Ceci, a presto e mi raccomando.. in gamba!!

    Cecilia Concari 1 settimana ago Reply

    Grazie Marina cara, credo sia la stessa cosa anche per me. Ti abbraccio stretta!!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.