Mini pie vegetariane ai funghi

mushroom mini pies

pie vegetariana ai funghi

Grazie alle ragazze di Re-Cake arrivano queste deliziose Mini pie vegetariane ai funghi. L’impasto è molto molto simile a quello del pasticcio di carne che ho pubblicato appena dopo Natale, stessa origine infatti, e si è confermato perfetto. D’ora in poi è ufficialmente il mio impasto preferito per crostate salate. Provatelo, si lavora benissimo, rimane friabile e si adatta a molte forme, sopporta benissimo anche strutture alte come potrebbe essere un pasticcio in uno stampo da plumcake o da pane in cassetta. Stavolta, però, ho fatto delle tortine monoporzione così metà le ho congelate.

Ho cambiato un po’ di cose dalla proposta originale di Alessandra e Giulia,  sostituendo le castagne con le mele e aumentando un po’ la quantità di funghi nel ripieno. Per la ricetta originale vi  rimando  quindi  ai loro  blog. Fate la vostra versione e fatemi sapere!

crostatine salate porri e funghi

Mini pie vegetariane ai funghi

Ingredienti per circa 12 tortine:

Per la sfoglia

  • 350 g di farina 00
  • 120 g di burro freddo a cubetti
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 uovo
  • Acqua Fredda

Per il ripieno

  • 50 g di burro
  • 1 porro (circa 80/100 g)
  • 500 g di funghi coltivati
  • 2 spicchi aglio
  • Timo fresco
  • 20 g di funghi porcini secchi
  • 50 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di senape in grani
  • 100 ml di cognac (o marsala secco o brandy)
  • 1 mela
  • 200 ml circa di brodo vegetale

Procedimento:

  1. Preparate la pasta mescolando la farina col sale in una ciotola. Aggiungete i cubetti di burro e sbriciolateli con la punta delle dita incorporando gradualmente la farina. Dovrete avere una consistenza granulosa. Potete usare anche un robot.
  2. Battete leggermente l’uovo e tenetene da parte un cucchiaio che servirà per spennellare la superficie. Aggiungete il resto alla farina e impastate versando l’acqua fredda a filo finché non otterrete un composto omogeneo che non deve essere troppo impastato. Avvolgete in pellicola trasparente e fate risposare in frigo.
  3. Preparate il ripieno. Affettate il porro o i porri, tagliate i funghi a pezzi e fate ammollare quelli secchi in acqua tiepida. Mettete il burro in una padella capiente e fatelo fondere su fuoco basso. Aggiungete i porri e fate rosolare per cinque minuti.
  4. Alzate leggermente il fuoco e aggiungete i funghi freschi. Cuocete per altri 4–5 minuti, poi unite l’aglio tritato finemente e le foglie di timo. Scolate i funghi reidratati, strizzateli e tagliateli a pezzi poi uniteli nella padella.
  5. Aggiungete ora la farina e mescolate fino a che non avrà ricoperto tutte le verdure. Aggiungete la senape e sfumate col liquore.
  6. Versate quel tanto di brodo da bagnare il composto che non deve “nuotare”. Portate il tutto a ebollizione, poi abbassate la fiamma e fate addensare mescolando. Il composto dovrà essere denso. Spegnete la fiamma e aggiungete la mela sbucciata e tagliata a piccoli cubetti.
  7. Preriscaldate il forno a 190°C statico/170°C ventilato.
  8. Riprendete la pasta dal frigo e tirate una sfoglia spessa un paio di millimetri. Imburrate e infarinate gli stampini e rivestiteli con dei dischi di sfoglia.
  9. Distribuite generosamente il ripieno, ormai raffreddato, in ogni formina e ritagliate i coperchi nella sfoglia rimasta. Con uno stampino praticate un forellino al centro di ogni coperchio e chiudete tutte le tortine facendo aderire bene i bordi.
  10. Aggiungete un cucchiaio d’acqua o di latte al cucchiaio di uovo che avevate tenuto da parte e spennellate questo mix sulla superficie delle tortine.
  11. Cuocete in forno per 35/40 minuti o finché la sfoglia non sarà dorata.

Note:

Il foro al centro del coperchio di sfoglia serve a far uscire il vapore durante la cottura, piccolo o grande, ricordatevi di lasciare uno sfiato. Se decidete di fare una pie unica in una teglia grande aumentate il tempo di cottura di una decina di minuti

tortine vegetariane ai funghi

Vi metto qui la locandina ufficiale di Re-Cake così potete vedere gli ingredienti originali.

Re-Cake-2.0 gennaio 2020

You might also like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.