Crostata “coriandoli”

crostata con frolla multicolore

Siamo ormai a Carnevale, anche se la mancanza dei corsi mascherati e delle feste a tema potrebbe farcelo dimenticare. Per fortuna ci sono padelle che stanno friggendo dolci da giorni a ricordarci l’appuntamento con le tradizioni, almeno quelle culinarie. Quest’anno non vi presento un fritto ma la Crostata “coriandoli”  che almeno nell’aspetto è molto carnevalesca. Mi sono ispirata ad un lancio di coriandoli colorati per ricreare l’atmosfera festosa di una domenica di febbraio in cui i bambini (e non solo) sporcano le strade e le case con quei simpaticissimi pezzettini di carta variopinta che ritroviamo sotto i mobili ancora a ferragosto! Non amo particolarmente il carnevale, soprattutto le musiche tipiche che risuonano in giro in questo periodo mi mettono tristezza, ma devo confessare che preparare questo dolce mi ha divertita moltissimo. Prima nel pensarlo e poi nel realizzarlo.

Per avere colori brillanti bisogna fare la frolla usando solo l’albume e non il tuorlo, aggiungere un amido alla farina, tipo maizena o fecola o farina di riso per dare un po’ più di friabilità all’impasto e non ridurre il burro. Coloranti di buona qualità e vedrete che i colori saranno belli anche dopo la cottura.

Crostata con coriandoli di frolla

Crostata “coriandoli”

Ingredienti per uno stampo da 20 cm

Per la pasta frolla:

  • 150 g di farina 00
  • 50 g di farina di riso (o fecola di patate)
  • 110 g di burro a temperatura ambiente
  • 80 g di zucchero a velo
  • 1 albume
  • Coloranti alimentari in gel

Per il ripieno:

  • 300 g di ricotta vaccina
  • 2 cucchiai scarsi di zucchero a velo
  • 10/15 mirtilli
  • 1 o 2 rametti di ribes rosso
  • Una manciata di gocce o scaglie di cioccolato

come fare una crostata multi colore

Procedimento:

  1. Preparate la pasta frolla lavorando insieme il burro e le farine. Non appena gli ingredienti saranno amalgamati aggiungete lo zucchero e l’albume. Lavorate ancora il minimo per avere un impasto che stia insieme, ma non lavoratelo oltre.
  2. Rovesciate l’impasto sul piano di lavoro e dividetelo in tante parti quanti sono i colori che volete dare alla vostra crostata. Per ogni porzione di impasto aggiungete una goccia o due di colorante e lavoratela per uniformare la tinta. Lavorate la pasta colorata su un pezzo di carta forno per non macchiare il tagliere.
  3. Avvolgete i panetti di frolla colorata nella pellicola trasparente e fate riposare in frigo per un’oretta.
  4. Preparate il ripieno lavorando la ricotta con un cucchiaio per ammorbidirla. Aggiungete lo zucchero e montate con le fruste elettriche se volete avere un composto più soffice. Aggiungete le gocce di cioccolato e i frutti lavati e asciugati.
  5. Riprendete le frolle dal frigo e, a turno, stendetele col mattarello ad uno spessore di un paio di mm. Ricavate prima i dischetti per la decorazione, utilizzando degli tampini tondi di diverse misure o, come ho fatto io, le bocchette del sac-à-poche. Sistemateli su un foglio di carta forno valutando la superficie che dovranno ricoprire sulla torta.
  6. Rilavorate grossolanamente i ritagli di impasto dei vari colori in modo da mantenere delle striature di colore distinte, e stendete col mattarello la base con cui rivestire una teglia imburrata e infarinata.
  7. Bucate il fondo coi rebbi di una forchetta per evitare che gonfi in cottura poi versate il ripieno e livellate leggermente la superficie.
  8. Distribuite i “coriandoli” di frolla colorata a coprire tutto il ripieno e infornate in forno preriscaldato a 170°C per circa 45/50 minuti.
  9. Sfornate la crostata e aspettate che sia fredda prima di toglierla dallo stampo.

Buon divertimento!

crostata colorata per carnevale

Note:

Se avete a disposizione solo due o tre colori potete giocare con le sfumature riducendo o aumentando la quantità di colorante per ogni panetto o, naturalmente, mixare i colori tra loro.

Per comodità io ho raddoppiato le dosi e realizzato due crostate.

Crostata con frolla colorata

 

You might also like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.